E.... CONTINUA IL GIOCO DELLE TRE CARTE

Colleghi, mentre infuoca la polemica e il rigetto del decreto 133, il premier non fa che minacciare, insultare, imbrogliare. Insomma per il sig. presidente chi contesta è un "comunista" e come tale anacronistico e non degno di essere ascoltato. Il sig. Presidente è fuori dalla realtà.

La "riforma Gelmini"(?) o meglio la sua riforma, non può essere accettata perché basata su risparmi del personale, riduzione oraria, affollamento delle classi, licenziamento di migliaia di docenti e di amministrativi.

Non dice la verità quando afferma che non ci sono tagli: nel decreto 133 sono accluse le tabelle

QUADRO DEGLI INTERVENTI

L’art. 64 della legge 6 agosto 2008, n.133 prevede l’adozione, con decorrenza dall’a.s. 2009/10, di interventi e misure da portare a compimento nell’arco di un triennio, volti a:

   a) incrementare gradualmente di un punto il rapporto alunni/docenti da realizzare comunque entro il 2011/2012;

   b) ridurre nel triennio 2009/11 del 17% la consistenza del personale ATA determinata per l’anno scolastico 2007/08.

Sono confermate le riduzioni previste dalla Legge finanziaria per il 2008.

Gli obiettivi attesi sono quelli indicati nella relazione tecnica di accompagnamento al decreto legge n. 112/2008, convertito dalla legge n.133/2008 e nel totale generale si quantificano in:

Personale docente

Anno scolastico 

2009/2010

2010/2011

2011/2012

TOTALE

Decreto legge

32.105

15.560

19.676

67.341

Finanziaria 2008

10.000

10.000

 

20.000

Totale

42.105

25.560

19.676

87.341

Personale ATA

Anno scolastico

2009/2010

2010/2011

2011/2012

TOTALE

Decreto Legge

14.167

14.167

14.167

42.500

Finanziaria 2008

1.000

1.000

 

2.000

Totale

15.167

15.167

14.167

44.500

Di seguito sono riportati gli interventi di riduzione per conseguire i risultati nel triennio di

riferimento di cui all’art. 64:

ANNO SCOLASTICO 2009/10 – Tabella 1

Aree di intervento         

Stima riduzioni

a) Innalzamanto del rapporto alunni classe dello 0,20

6.000

b) Determinazione organico scuola primaria con il solo orario

obbligatorio (quota riducibile fino a 10.000 unità in correlazione

all’eventuale attribuzione di un budget specifico per l’attivazione

dell’area opzionale facoltativa; per budget superiore non si ottiene il

raggiungimento completo dell’obiettivo di contenimento)

 

 

10.000

c) Riduzione insegnanti specialisti lingua inglese scuola primaria

 4.000

d) Determinazione organico scuola I grado con il solo orario

obbligatorio e applicazione D.L.vo n. 59/04

 

10.300

e) Eliminazione clausola salvaguardi titolarità nella riconduzione

delle cattedre a 18 ore di insegnamento

 

2.000

f) Riconduzione di tutte le cattedre a 18 ore di insegnamento

5.000

g) Revisione dei curricoli istitutivi II grado

3.300

h)Razionalizzazione dell’organico dei corsi serali e dei corsi per l’istruzione degli adulti

1.500

TOTALE

                                                                                                       42.100

 

ANNO SCOLASTICO 2010/2011- Tabella 2

Aree di intervento

Stima riduzioni

a) Innalzamento del rapporto alunni-classe di un ulteriore 0,10

3.400

b) Determinazione organico scuola primaria con il solo orario

obbligatorio – ulteriore riduzione

4.000

c) Riduzione insegnanti specialisti lingua inglese scuola primaria

3.900

d) Revisione dell’organizzazione e dell’orario del tempo prolungato

nella scuola secodnaria di I grado

 

10.600

g) Revisione dei curricoli istitutivi II grado

3.700

TOTALE

25.600

 

ANNO SCOLASTICO 2011/12 - Tabella 3

Aree di intervento

Stima riduzioni

 

a) Innalzamento del rapporto alunni classe di un ulteriore 0,10

3.400

c) Riduzione insegnanti specialisti lingua inglese scuola primaria

3.300

d) Determinazione organico scuola I grado con il solo orario

obbligatorio e applicazione D.L.vo n. 59/04 - ulteriore riduzione -

 

3.000

d) Revisione dell’organizzazione e dell’orario del tempo prolungato

nella scuola secondaria di I grado

 

3.000

 

g) Revisione dei curricoli istitutivi II grado

7.000

TOTALE

19.700

                                                               Totale generale 87.400

Personale ATA

Riduzioni Decreto legge              n. 42.500

Legge finanziaria 2008                n.   2.000

TOTALE                                               n. 44.500

 

Riduzioni per profilo

1)D.S.G.A. (segretari)                                   

 

 

                                                                                   700

2) Assistenti Amministrativi

 

 

                                                                              10.452

3) Assistenti Tecnici

 

 

                                                                                3.965

4) Collaboratori scolastici

 

 

                                                                              29.076

5) Altri profili

 

 

307

TOTALE

 

 

44.500

totale tagli nel triennio: 87.400 docenti+44.500 ATA=131.900 + i 47.000 del governo Prodi, un taglio di circa 178.900 PERSONE  NON NUMERI !!!!!

Il Presidente ha affermato che non sarà licenziato nessuno, che il maestro unico non sarà unico , ma prevalente, NON E' VERO. Nel decreto legge non si fa menzione di maestro prevalente, ma di maestro unico, dice ancora che gli insegnanti che perderanno la titolarità nelle classi a modulo saranno impiegati ad incrementare il TEMPO PIENO. FALSO,  FALSO, FALSO! Nel decreto non si parla affatto di TEMPO pieno ma di opzioni: 27-30-40 ore. SE POI LE 40 ORE SONO RICONDUCIBILI AL TEMPO PIENO CON I DUE INSEGNANTI IMPIEGATI ATTUALMENTE CON DIVISIONE DEGLI AMBITI DISCIPLINARI , NEL DECRETO NON E' SPECIFICATO. L'incremento della scuola a tempo pieno è UNA FAVOLA, poichè un discorso del genere lo si può fare nelle regioni ricche, nelle città che hanno a cuore il decoro e gli ambienti idonei per  alunni e studenti.

Al Sud ,70 anni di assistenzialismo hanno assuefatto i cittadini rassegnati ad avere sprechi e opere inutili, avere scuole fatiscenti, scarsità di aule, servizi inesistenti o inadeguati.  Quale Provincia o Comune si accollerebbe l'onere di costruire nuove scuole, istituire refezioni, e, nella migliore delle ipotesi, adeguare le scuole ai criteri di una scuola a Tempo pieno? Si vuole distruggere la scuola pubblica e lo si evince dalle velate allusioni alle fondazioni!!!!

Ha affermato che non licenzierà nessuno e... le migliaia di precari? MAESTRI, PROFESSORI, SEGRETARI, AMMINISTRATIVI, COLLABORATORI,

SE NON VERRA' ATTUATO IL TURN OVER, DAL PROSSIMO ANNO SARANNO SBATTUTi IN MEZZO AD UNA STRADA. ANDRANNO A MANGIARE CON LE LORO FAMIGLIE AD ARCORE?  DALLA MINISTRA GELMINI? DAGLI ONOREVOLI DEPUTATI E SENATORI?

SOSTITUIRANNO I VO' CUMPRA' VENDENDO FAZZOLETTINI E LAVANDO VETRI DELLE AUTO AGLI INCROCI?

GIORNO 30 CI SARA' LO SCIOPERO GENERALE PARTECIPIAMO IN MASSA, FACCIAMO SENTIRE IL NOSTRO DISSENSO ALLA DISSENNATA ATTUAZIONE DI UN DECRETO LEGGE BEFFARDO NEI CONFRONTI DI  CHI OGNI GIORNO, LOGORA LA PROPRIA VITA PER FORMARE BAMBINI E GIOVANI A DIVENIRE CITTADINI CONSAPEVOLI.